A2 - Supercoppa. La Tezenis Verona fa il colpo a Ferrara

11.09.2019 23:08 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
A2 - Supercoppa. La Tezenis Verona fa il colpo a Ferrara

La Tezenis Verona vince il match di Ferrara contro il Kleb Basket. 76-88 il punteggio finale in favore dei gialloblù, capaci di una reazione consistente nell’ultimo quarto dopo il terzo che ha riavvicinato le due squadre nel punteggio.

La Tezenis si porta a casa nuove indicazioni nella seconda uscita di Supercoppa, a pochi giorni dalla sfida di domenica in programma a Villafranca contro Udine.

Brilla il tabellino di Hasbrouck, 25 punti e top scorer dell’incontro, in doppia cifra anche Rosselli e Poletti. Sotto le plance la voce grossa l’ha fatta Udom, 22 rimbalzi totali.

Dalmonte conferma il quintetto della scorsa partita con Love, Hasbrouck, Severini, Udom e Candussi.

Lo 0/3 al tiro di Verona e le triple di Panni ed Ebeling, assieme al libero di Campbell,  aprono il match dell’MF Palace (7-0). La Tezenis trova i primi punti con un semi gancio di Candussi e due canestri di Love (12-6).

Ferrara continua a trovare precisione al tiro ma dopo gli errori di Vencato e Wiggs, Hasbrouck mette due triple che riportano la Tezenis sotto nel punteggio (18-17).

I due liberi di Poletti portano avanti i gialloblù (18-19) ma Verona continua ad essere molto aggressiva in difesa, dimostrando poi tutto il proprio talento in attacco (18-25). Al primo intervallo si va sul 20-25.

Rosselli e Poletti aprono il secondo quarto con Verona che tiene il comando del gioco in mano (23-31). I tre falli consecutivi fischiati a Morgillo, Candussi (3°) e Poletti regalano a Ferrara tre possessi che, però, non vengono concretizzati.

Dalmonte chiama tutti in panchina dopo il fallo offensivo di Fantoni che manda ko Severini, ma solo per qualche minuti, per un colpo al capo.

Il coach scaligero mescola le carte inserendo Cacciatori e Morgillo ma la tensione si alza. Al rientro in campo, il tecnico fischiato a Leka manda in lunetta Hasbrouck che non fallisce (23-33). Verona preme sull’acceleratore, arriva sul +16 con la tripla di Hasbrouck su perfetto assist di Love (25-41) ma Ferrara prova ad alzare il ritmo. Mette pressione all’attacco gialloblù e punto dopo punto recupera fino al 41-47. Nell’ultimo giro di lancette del primo tempo, ci pensano Morgillo e Poletti a ristabilire le distanze (43-54).

Acceso l’inizio del secondo tempo. Le due squadre rimangono divise da 10 punti; l’arbitro fischia il 3° fallo a Candussi dopo qualche minuto dall’avvio, poi arriva il tecnico ai gialloblù. La tripla di Severini, la palla rubata di Rosselli finalizzata da Udom, danno una scossa il match (51-63). Ferrara alza il ritmo, arriva a -8 (55-63) ma non è finita perché alla sirena dell’ultimo riposo i padroni di casa arrivano fino al -4 (61-65).

La pressione dei ragazzi di Leka tiene sotto pressione i gialloblù ad inizio di ultimo quarto che continua ad essere spigoloso. Poletti è cecchino dalla lunetta (65-71) ma Ebeling schiaccia due volte e rimette tutto in discussione (70-71) a 5 minuti dalla fine. La Tezenis riparte dalla palla recuperata di Candussi (70-74); Campbell e Severini colpiscono dalla distanza (73-77) poi Rosselli corre in contropiede per un gioco da tre punti (73-80). La palla rubata di Udom a 2:26 dal termine e il positivo contropiede (74-82) sono l’ipoteca gialloblù sulla vittoria che arriva sul 76-88.